Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Vacanze brevi: una nuova tendenza nell’Europa post-crisi

News prestiti
News prestiti
Vacanze brevi: una nuova tendenza nell’Europa post-crisi

Vacanze brevi: una nuova tendenza nell’Europa post-crisi

Vacanze brevi: una nuova tendenza nell’Europa post-crisi
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Pur in piena crisi rimane forte la voglia di vacanze in Europa. Due cittadini europei su tre vorrebbero concedersi un periodo di riposo tra giugno e settembre. La percentuale è in aumento di 2 punti percentuali rispetto al 2010 e torna quasi ai livelli del 2008, quando ancora non si parlava di crisi.

I dati, comunicati da Ipsos-EuropAssistance, relativi alle abitudini vacanziere degli europei, rivelano come gli italiani si confermino i villeggianti più “agguerriti” con il 78% degli intervistati che non rinuncia alle vacanze (il 7% in più rispetto al 2010). Il dato in crescita è anche legato all'alta percentuale di chi dichiara di voler partire più di una volta nel periodo giugno-settembre. Un'opzione che, per la prima volta, riguarda ben il 25% del campione, un dato che supera di 4 punti la rilevazione 2010.

In Italia si registra un calo del 10% tra coloro che si concederanno un soggiorno di due settimane, in un contesto in cui il 40% del campione dichiara di puntare su una sola settimana di riposo. Le vacanze più lunghe sono appannaggio dei francesi, con 4 o più settimane a disposizione per il 21% degli intervistati, le più brevi quelle degli austriaci con il 15% del campione che partirà per meno di una settimana. L'attualità internazionale di questi ultimi mesi, influenzata anche dagli eventi in Maghreb e in Medio Oriente, determina significativamente le scelte in termini di destinazioni.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto