Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Prestiti personali: controffensiva del governo contro i furti di identità

News prestiti
News prestiti
Prestiti personali: controffensiva del governo contro i furti di identità

Prestiti personali: controffensiva del governo contro i furti di identità

Prestiti personali: controffensiva del governo contro i furti di identità
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Il Consiglio dei Ministri, è pronto ad approvare definitivamente le modifiche alla disciplina del credito al consumo (decreto legislativo 141/2010) introdotta dal governo nell'agosto scorso e finalizzata a introdurre un sistema pubblico di prevenzione contro i furti di identità. Si tratta di una deroga alle norme sulla privacy della quale potranno beneficiare le società che erogano prestiti per prevenire eventuali furti di identità al momento della richiesta di un finanziamento.

Le società di erogazione prestiti potranno verificare i documenti d’identità, partite Iva, codici fiscali, dichiarazioni dei redditi, ma anche posizioni previdenziali e assistenziali dei consumatori che hanno chiesto un prestito. Presso il Ministero dell’Economia verrà istituito un archivio centrale informatizzato, gestito da un gruppo di lavoro consecutivamente in carica per 3 anni.

A tale archivio potranno accedere per la verifica dei dati sensibili banche (incluse quelle extraUe) e intermediari finanziari, fornitori di servizi di comunicazione elettronica, fornitori di servizi interattivi associati o di servizi di accesso condizionato, gestori di sistemi di informazioni creditizie e imprese che offrono servizi antifrode. Prima di accedere alla consultazione, che è comunque a pagamento per la società richiedente, le finanziarie dovranno accreditarsi presso l’ente gestore dell’archivio, attraverso la stipula di una specifica convenzione.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto