Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Nuove soglie d’usura: cosa cambia per i prestiti personali

News prestiti
News prestiti
Nuove soglie d’usura: cosa cambia per i prestiti personali

Nuove soglie d’usura: cosa cambia per i prestiti personali

Nuove soglie d’usura: cosa cambia per i prestiti personali
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Le norme sulla soglia di usura erano state introdotte con la legge 108 del 1996 che, per stabilire i livelli oltre i quali i tassi di un determinato prestito fossero considerati usurari, prevedeva che questi dovessero superare di oltre il 50% il valore medio dei tassi praticati da tutte le banche per la stessa tipologia di operazioni, rilevati trimestralmente da Banca d’Italia.

L’articolo 8 (Imprese e Credito) del recente Decreto Sviluppo ha riscritto le modalità per la determinazione della soglia d’usura. In buona sostanza, il valore medio dei tassi praticati per le differenti operazioni saranno aumentati di un 25%, cui si aggiungerà un margine ulteriore di 4 punti percentuali. Il nuovo tasso limite, così determinato, non potrà essere superiore di otto punti percentuali rispetto al tasso medio.

La nuova norma avvantaggia le banche ed è meno favorevole ai consumatori in un periodo di tassi di interesse bassi. Ad esempio, per un prestito finalizzato di importo superiore a 5.000 Euro, la vecchia soglia limite passa dal 15,585% ad un 16,988%, mentre per quelli fino a 5.000 Euro passa dal 17,895% al 18,913%. Per i prestiti personali la nuova soglia invece passa dal 16,395% al 17,663%.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto