Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Le famiglie italiane e il mercato finanziario

News prestiti
News prestiti
Le famiglie italiane e il mercato finanziario

Le famiglie italiane e il mercato finanziario

Le famiglie italiane e il mercato finanziario
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Tra un prelievo al bancomat, un pagamento con carta di credito e la richiesta di un nuovo prestito non trascorre giorno senza che le famiglie italiane non si imbattano nel mercato finanziario. Questi servizi sono di grande beneficio alle persone perché fanno risparmiare loro del tempo, offrono diverse opportunità di investire al meglio i propri risparmi e spesso consentono di ottenere liquidità da destinare al finanziamento dei propri acquisti.

E’ necessario tuttavia fare attenzione anche all’altra faccia della medaglia perchè spesso si nascondono pericoli non presenti nel mondo della finanza aziendale. La complessità delle transazioni, degli strumenti e dei contratti sottostanti è cresciuta di pari passo con l'intensità delle relazioni tra famiglie e finanza, mentre non è migliorata in parallelo la capacità di capire questi strumenti. In un'indagine della Banca d'Italia solo la metà delle famiglie sostiene che se detiene un fondo azionario e la Borsa crolla diventa più povera, mentre la restante metà non sa rispondere o pensa l'opposto. Solo un quarto indovina che se investe 10.000 Euro in un conto deposito al 2% senza costi alla fine dell'anno disporrà di 10.200 Euro. Ciò che rende le famiglie diverse dalle imprese è che mentre l'impresa può permettersi un esperto, la stragrande maggioranza delle famiglie non può: questo spesso fa sì che le famiglie si imbattano in pseudo professionisti solo interessati ai propri profitti e quasi mai agli interessi del cliente.

Per ridurre questi rischi paesi come gli Stati Uniti hanno creato un'apposita agenzia, “il Consumer Financial Protection Bureau”, con la specifica missione di vigilare sui mercati per i servizi finanziari alle famiglie, per metterli al servizio di queste ultime ogni volta che vi fanno ricorso. Ma poiché la prima linea di difesa da abusi e da errori è un individuo informato, il Ministero del Tesoro avrebbe in cantiere un vasto programma di educazione finanziaria da varare nelle scuole e nei posti di lavoro.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto