Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

L’edilizia sempre più sostenuta dalle riqualificazioni

News prestiti
News prestiti
L’edilizia sempre più sostenuta dalle riqualificazioni

L’edilizia sempre più sostenuta dalle riqualificazioni

L’edilizia sempre più sostenuta dalle riqualificazioni
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Una ricerca promossa da Federcostruzioni e MADE (Milano Architettura Design Edilizia) sottolinea come oggi nel nostro paese il patrimonio edilizio rappresenti un vero e proprio colabrodo per quanto concerne l’energia consumata, per via dell’anzianità del parco edifici, dell’assenza di manutenzione programmata, del tipo di materiali impiegati originariamente in fase di costruzione e della progressiva perdita della relazione tra edilizia e caratteristiche climatiche dei territori, che porta oggi molte abitazioni ad essere poco adatte ai cambiamenti climatici intervenuti negli anni.

Anche i problemi sempre più frequenti collegati al dissesto idro-geologico rendono necessari forti investimenti nella riqualificazione energetica del patrimonio edilizio. Come emerso da episodi recenti, non ultimo il terremoto che ha colpito in particolar modo l’Emilia, è elevata la percentuale della superficie italiana a rischio, stimabile in circa il 10% del territorio e l'82% dei comuni. Il quadro dei costi complessivi del dissesto idrogeologico e dei terremoti dal 1944 al 2009 è stimabile in un valore compreso tra i 176 e i 213 miliardi di Euro.

Gli investimenti finalizzati alla riqualificazione degli immobili rappresentano una quota in netta crescita nell’ambito degli investimenti complessivi in edilizia: dopo un triennio, quello 2008-2010, in cui si è assistito ad una contrazione media annua del 2,5%, gli investimenti hanno registrato nel 2011 un rallentamento della contrazione, scesa sotto l’1%. Limitando l’analisi al privato, l’andamento osservato è tuttavia particolarmente anticiclico, con un trend positivo iniziato già a partire dal 2010 (+3%) e proseguito nel 2011 (+1,2%). Per l’anno in corso la previsione è di una sostanziale tenuta (+0,2%), secondo una tendenza sempre più forte alla riqualificazione piuttosto che all’investimento nel nuovo, peraltro confermato dai dati relativi all’andamento delle compravendite residenziali nel primo trimestre dell’anno.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto