Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Immatricolazioni in forte calo per le due ruote

News prestiti
News prestiti
Immatricolazioni in forte calo per le due ruote

Immatricolazioni in forte calo per le due ruote

Immatricolazioni in forte calo per le due ruote
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Gli ultimi dati rilevati da Ancma fotografano un mercato delle due ruote in forte depressione: le immatricolazioni in settembre segnano un -11,6% rispetto allo stesso periodo del 2010, un dato che migliora leggermente quello registrato ad agosto (-13%). Il mese scorso sono stati immatricolati 19.515 veicoli a due ruote: riducono i danni gli scooter con -9,8%, mentre le moto segnano un -15,7%. Anche i 50cc con 7.421 registrazioni mostrano una flessione contenuta pari al -5,8%, molto meglio rispetto alla discesa a due cifre fatta segnare nei sei mesi precedenti. Il segno meno caratterizza i primi nove mesi dell'anno: 227.204 veicoli immatricolati, in discesa del 16,1% rispetto allo stesso periodo del 2010.

L'analisi per cilindrata evidenzia una maggior tenuta degli scooter di 125cc con 49.547 vendite, in calo del 12,9%, seguiti dai 300-500cc (più di 56 mila pezzi pari al -20,6%), mentre è più accentuata la caduta dei 150-200cc (31.420 unità, pari a -22,3%) e dei 250cc (12.741 pezzi, meno 25%). I maxi scooter oltre 500cc segnano un incremento del 34,7%, pur con volumi decisamente contenuti (1.900 unità). Nelle moto, positivo il segmento delle maxi cilindrate oltre 1.000cc (oltre 22.000 unità, +1,9%), seguono le 800-1000cc (quasi 20.000 pezzi, pari a -5,8%). Continua la flessione delle cilindrate intermedie: 650-750cc a -23,4% (14.535 unità), le 600cc, che, con 6.090 unità vendute, scendono addirittura del -33,5 per cento. In contrazione anche le 125cc con 5.666 immatricolazioni pari al -12,6%; mentre confermano un andamento positivo le moto da 300 a 500cc con +14,8% e un totale di 4.308 vendite.

Secondo Ancma, i dati di vendita rilevano una certa fatica nel contenere le perdite, la speranza è di poter ripartire presto con dati positivi, anche se i livelli di mercato di qualche anno fa sembrano chimere irraggiungibili. I dati sono frutto di una ripresa ancora molto lenta e di una domanda debole, ma anche della scarsa fiducia sulla situazione economica del paese, delle restrizioni imposte al credito al consumo e del livello dei premi per le assicurazioni, proibitivi in molte aree del centro sud. Ancma sottolinea come tutte le città abbiano annunciato misure per contenere la congestione del traffico e le emissioni inquinanti. In questa ottica, le due ruote possono assumere un ruolo da protagoniste.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto