Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Il flop inatteso della cedolare secca: un’analisi delle ragioni

News prestiti
News prestiti
Il flop inatteso della cedolare secca: un’analisi delle ragioni

Il flop inatteso della cedolare secca: un’analisi delle ragioni

Il flop inatteso della cedolare secca: un’analisi delle ragioni
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Erano notevoli le speranze riposte nella cedolare secca e nella sua capacità di far emergere il fenomeno molto diffuso dell’affitto in nero. Tuttavia, lo strumento si è rivelato un flop: i dati diffusi dal Dipartimento delle Finanze mostrano come il gettito derivante dalla cedolare secca sia molto lontano dalle attese. In altre parole, chi affittava in nero ha continuato a farlo e a questo punto solo l’introduzione del redditometro e i controlli incrociati sui movimenti dei conti correnti potranno contribuire effettivamente a far emergere i fenomeni di evasione.

Nonostante la performance negativa registrata, la direttrice del Dipartimento delle Finanze ha sottolineato come il decreto stabilità abbia già neutralizzato gli effetti del mancato gettito della cedolare. Il mancato gettito ammonta comunque a circa 2 miliardi di Euro relativamente al 2011, 3 miliardi per l’anno in corso e altrettanti in previsione per il prossimo triennio.

Il vantaggio legato all’applicazione dell’aliquota agevolata sui canoni non ha dunque rappresentato un incentivo sufficiente per i proprietari: la convenienza rispetto all’IRPEF è interessante infatti solo a partire da un determinato reddito in su. Oltre ai meccanismi di verifica fiscale già citati, restano possibili le azioni da parte degli inquilini che, denunciando il proprio contratto non registrato, potrebbero risparmiare anche l’80% del canone di locazione.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto