Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Carte di credito revolving: meglio usarle con parsimonia

News prestiti
News prestiti
Carte di credito revolving: meglio usarle con parsimonia

Carte di credito revolving: meglio usarle con parsimonia

Carte di credito revolving: meglio usarle con parsimonia
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Rimborsare a rate gli acquisti si conferma una soluzione economicamente poco vantaggiosa. Le carte di credito revolving, salvo qualche rara eccezione, comportano tassi generalmente più alti dei prestiti personali e dei fidi. In alcuni casi i tassi arrivano anche a sfiorare il limite massimo della soglia d’usura.

Dall’analisi condotta dall’Università Bocconi tra le dieci primarie società emittenti presenti in Italia, emerge che il TAEG medio è stabile al 17,8% (stesso livello di aprile) e secondo l’Antitrust è ancora troppo elevato. Gli importi per i quali le revolving vengono utilizzate oggi sono abbastanza contenuti e generano quindi una rischiosità limitata per le banche e gli istituti finanziari. A maggior ragione dunque il TAEG medio risulta sproporzionato.

In definitiva, è preferibile scegliere un altro prodotto per il finanziamento degli acquisti, lasciando alla carta di credito la sua funzione principale, ossia quella del pagamento a saldo.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto