Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Arbitro Bancario Finanziario: ruolo e funzionamento

News prestiti
News prestiti
Arbitro Bancario Finanziario: ruolo e funzionamento

Arbitro Bancario Finanziario: ruolo e funzionamento

Arbitro Bancario Finanziario: ruolo e funzionamento
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

L'Arbitro Bancario Finanziario è un organismo autonomo e imparziale che risolve le controversie tra istituzioni finanziarie e clienti, rappresentando per questi ultimi una valida alternativa al ricorso al giudice. Nel dettaglio, decide sulle liti relative a servizi quali conti correnti, mutui e prestiti personali. Se l'intermediario non rispetta la decisione o non collabora al funzionamento della procedura, il suo inadempimento è pubblicato sul sito Internet dell'Abf, di Bankitalia e, a spese dell'intermediario stesso, su due quotidiani ad ampia diffusione nazionale.

Sono soggetti alle decisioni dell'Abf le banche, gli intermediari finanziari iscritti negli elenchi previsti dal Testo Unico Bancario, gli Istituti di Moneta Elettronica operanti in Italia, Poste Italiane per le attività di Bancoposta e le banche e gli intermediari esteri che operano in Italia. L'interessato, prima di rivolgersi all'Abf, deve presentare un reclamo all'intermediario che, all’interno della sua organizzazione, deve avere un apposito ufficio con un responsabile della gestione dei reclami. Il cliente deve ricevere una risposta entro 30 giorni dalla presentazione: se viene accolto, l'intermediario comunica all'interessato le tempistiche necessarie a risolvere il problema. Se non riceve risposta entro 30 giorni o non è soddisfatto del responso dell'intermediario, il cliente può rivolgersi all'Arbitro, entro dodici mesi dalla presentazione del reclamo all'intermediario. Dopo aver presentato il ricorso all'Abf, il cliente deve inviarne immediatamente copia all'intermediario con lettera raccomandata A/R o per posta elettronica certificata (Pec). Se il cliente non risulta soddisfatto delle decisioni dell'Arbitro, può comunque rivolgersi al giudice.

Per presentare il ricorso è sufficiente versare un contributo spese di 20 Euro, che viene rimborsato dall'intermediario se il ricorso viene accolto. Se il ricorso viene accolto solo parzialmente, il Collegio fissa il termine entro il quale l'intermediario deve adempiere alla decisione; se non è fissato alcun termine, l'intermediario deve adempiere entro 30 giorni dalla comunicazione della decisione. L'organismo è articolato sul territorio nazionale in tre Collegi. Milano decide i ricorsi dei clienti che hanno il domicilio in Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto-Adige, Valle d'Aosta e Veneto. Roma si occupa dei ricorsi presentati dai clienti che hanno il domicilio in Abruzzo, Lazio, Marche, Sardegna, Toscana, Umbria, oppure in uno Stato estero. Napoli decide i ricorsi dei clienti che hanno il domicilio in Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto