Consulenza gratuita

800 901 905

Se vuoi chiamiamo noi

Abitazioni sfitte: la perdita di valore è del 5% annuo

News prestiti
News prestiti
Abitazioni sfitte: la perdita di valore è del 5% annuo

Abitazioni sfitte: la perdita di valore è del 5% annuo

Abitazioni sfitte: la perdita di valore è del 5% annuo
cornice immagine news

Pubblicato il
a cura di

Ancor oggi non sono pochi i proprietari di immobili che, complice la scarsa tutela esistente di fronte all’insolvenza dei conduttori, preferiscono non affittare il proprio alloggio, nell’attesa magari di trovarvi un acquirente. Dagli ultimi dati pubblicati dal Sunia (Sindacato Nazionale Unitario Inquilini ed Assegnatari), oggi a Milano vi sarebbero circa 80.000 abitazioni sfitte: ammontano infatti a circa 800.000 le abitazioni registrate al catasto meneghino, a fronte di 718.000 nuclei familiari registrati.

La fattispecie comporta effetti negativi sia sul fronte dei proprietari che su quello degli inquilini. Si calcola infatti che ammonti al 5% la percentuale di valore dell’immobile erosa ogni anno dai mancati introiti dell’affitto e dai pagamenti da effettuarsi per quanto riguarda IMU, spese accessorie e spese di riscaldamento, ove è presente un impianto centralizzato. Per quanto concerne gli inquilini, la conseguente restrizione del mercato comporta una certa rigidità sul fronte dei canoni, che potrebbero essere notevolmente più competitivi in presenza di maggior offerta.

La risoluzione del problema passa per la ricollocazione dell’affitto al centro dell’agenda politica delle amministrazioni, sia a livello centrale che a livello locale. Risultano infatti indispensabili interventi normativi per introdurre una maggiore tutela dei proprietari, così come sgravi fiscali per chi affitta i propri alloggi, magari a canone concordato secondo standard coerenti con i valori di mercato di ogni singola città.

© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - PrestitiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto